Repliche

Michel Martone a Ballarò: “La fatica non è mai sprecata: soffri ma sogni”



Michel Martone a Ballarò del 26 marzo 2013. Tra gli ospiti il presidente dei senatori del PD Luigi Zanda, il vicepresidente della Camera dei Deputati Maurizio Lupi del Pdl, l’economista Dominick Salvatore, l’economista ed esperta di diritto Lidia Undiemi, il presidente di Rcs libri Paolo Mieli, il vicedirettore di “Repubblica” Massimo Giannini, il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

Guarda il video integrale della puntata

Risposta alla lettera aperta di Claudia Bastianelli sul calo delle iscrizioni universitarie

studenti prof MartoneGentile Dottoressa Bastianelli,

ovviamente non penso che la colpa del calo degli iscritti, come quello dei laureati sia da addebitare a Fabrizio Corona e sono perfettamente consapevole delle troppe difficoltà che anche i giovani laureati incontrano nel mercato del lavoro.
Ciò è dovuto a tanti fattori, ma soprattutto al fatto che ogni anno entrano nel mercato del lavoro globale più di 40.000.000 di giovani che sono cinesi, indiani, brasiliani, russi e aspirano al nostro stesso tenore di vita.
Molti di loro sono laureati in materie scientifiche, parlano l’inglese, lo spagnolo o il cinese e sono pronti a grandi sacrifici per attrarre investimenti e imprese nei loro paesi e trovare un lavoro.

Risposta alla lettera dell’imprenditore Emanuele Nenna



La risposta di Michel Martone

pubblicata nel post Il Vice Ministro Martone risponde a Emanuele Nenna

Caro Emanuele,

Mi creda, non basta entrare per qualche mese nelle stanze ministeriali per rimanere sordi ai problemi di tanti piccoli imprenditori che stanno combattendo per non licenziare nel pieno di questa estenuante crisi economica. Continua a leggere ‘Risposta alla lettera dell’imprenditore Emanuele Nenna’

Video-inchiesta di Repubblica: Pier Luigi Celli su Michel Martone



Ecco cosa pensa di me chi mi conosce!

Risposta del Ministro Brunetta all’interrogazione del Senatore Pietro Ichino in ordine all’incarico del Professor Michel Martone

A seguito della videoinchiesta di Repubblica.it, ripubblico, ad un anno e mezzo di distanza, la risposta, data nelle competenti sedi istituzionali, del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, all’interrogazione del Sen. Pietro Ichino in ordine all’opportunità di affidare l’incarico di consigliere giuridico al Prof. Michel Martone a seguito della designazione parlamentare del padre, Dott. Antonio Martone, a componente della Civit. Continua a leggere ‘Risposta del Ministro Brunetta all’interrogazione del Senatore Pietro Ichino in ordine all’incarico del Professor Michel Martone’

Ichino sulla nomina a viceministro di Michel Martone

Intervista al Senatore Pietro Ichino subito dopo la nomina di Michel Martone a cura di Tonia Mastrobuoni, pubblicata su La Stampa il 30 novembre 2011. 

Scarica il PDF dell’articolo originale

Di seguito è riportato il testo dell’articolo: Continua a leggere ‘Ichino sulla nomina a viceministro di Michel Martone’

Michel Martone a SkyTG24 sulla riforma del lavoro con Maria Latella



Michel Martone su sfigati, neet, secchioni e apprendisti a Sky TG24 con Maria Latella



Michel Martone a Maria Latella: “Mi riferivo solo a chi prende università come parcheggio, perché evidentemente se lo può permettere. Andate a vedere il video dell’intervento integrale sul mio sito”.

Replica di Michel Martone all’articolo di Giampiero Cazzato su il Venerdi di Repubblica intitolato “Martone jr. e quella consulenza a perdere per l’Inps”

Con riferimento all’impreciso articolo pubblicato su Il Venerdì de La Repubblica, intitolato “Martone Jr. e quella consulenza a perdere per l’INPS” a firma di Giampiero Cazzato, sono costretto a precisare che io non ho mai avuto alcuna consulenza con l’INPS.

E’ vero invece che, quasi due anni fa, lo Studio Legale Martone & Martone ha difeso l’Istituto in una causa di particolare urgenza e delicatezza, ma è falso che il compenso fosse di 20.000 euro.

Nonostante si trattasse di un giudizio di urgenza che nell’ambito del tariffario forense rientrava nello scaglione delle controversie di particolare importanza, lo Studio Legale Martone&Martone ha infatti richiesto un compenso di euro 6.113,12 iva inclusa.

Una richiesta che, come può essere agevolmente verificato, era perfettamente in linea con i valori previsti dal tariffario forense ed è pari ad un terzo del compenso poi richiesto, sempre che almeno in questo caso le informazioni del dott. Cazzato siano attendibili, dallo studio legale che successivamente si è interessato della vicenda. Continua a leggere ‘Replica di Michel Martone all’articolo di Giampiero Cazzato su il Venerdi di Repubblica intitolato “Martone jr. e quella consulenza a perdere per l’Inps”’

MICHEL MARTONE SU MARCO TRAVAGLIO “SE QUESTO E’ UN GIORNALISTA”

C’è chi ha la colpa di avere un nome da “parrucchiere per signore” e chi quella di non fare il suo mestiere. Ciascuno giudichi quale colpa è più grave.

Ieri sera Marco Travaglio mi ha dedicato, durante la trasmissione “Servizio Pubblico”, il suo editoriale. Peccato che fosse una sequenza di falsità.

A me preme sottolineare che:

1. è falso che “il Professor Mattia Persiani è stato relatore alla discussione della mia tesi di laurea”. Il mio relatore è stato il Professor Matteo Dell’Olio;

Continua a leggere ‘MICHEL MARTONE SU MARCO TRAVAGLIO “SE QUESTO E’ UN GIORNALISTA”’

Video-inchiesta di Repubblica su Martone. Lavoro da quando ho 23 anni e per me parla il mio curriculum.

La migliore risposta e’ il mio curriculum dal quale vedrete che lavoro da quando ho 23 anni: ho collaborato col ministro Brunetta per 16 mesi come consigliere giuridico con un compenso di 40mila euro lordi, pari a circa 1.300 euro al mese. La collaborazione con Renato Brunetta e’ stato un lavoro importante e molto impegnativo.

Ho iniziato questa collaborazione ben prima che mio padre venisse nominato alla Civit e, comunque, la sua nomina e’ avvenuta su proposta del ministro Brunetta, con delibera del consiglio dei Ministri, approvata a maggioranza qualificata dalle commissioni parlamentari e col decreto del presidente della Repubblica.

Mio padre è un giudice, io sono un professore e mia sorella una precaria della ricerca.

Una precisazione sul concorso da ordinario del Prof. Michel Martone

Visto il furore mediatico che si è scatenato, per trasparenza preciso, anzitutto ai miei studenti, che sono andato a ricostruire le vicende del concorso da professore ordinario di 8 anni fa. E ho potuto verificare che, diversamente da quanto riportato da alcuni giornali, tutti gli altri candidati  si sono ritirati dal concorso in questione (con una sola eccezione), perché nel frattempo avevano vinto il concorso da ordinario in altre sedi da loro preferite.

Continua a leggere ‘Una precisazione sul concorso da ordinario del Prof. Michel Martone’

La replica di Michel Martone su “apprendisti”, “neet”, “sfigati” e “secchioni” a otto e mezzo di Lilli Gruber



Dedicato a tutti quelli che si sono offesi, ma soprattutto a quelli che studiano lavorano e si impegnano tutti i giorni.

Il video integrale dell’intervento di Michel Martone sull’apprendistato, i “neet”, gli “sfigati” e i “secchioni”



A prescindere da ogni polemica e tenuto conto che la mia frase è stata tagliata in fase di montaggio, pubblico il video con l’intera frase da me pronunciata e la sua trascrizione perché sono profondamente dispiaciuto se i giovani che lavorano, intraprendono o, comunque, fanno qualcosa per la crescita del nostro paese si sono offesi.

Non mi rivolgevo a loro!

Pubblico di seguito la trascrizione del mio intervento:

“Se vogliamo invertire il trend dell’occupazione, innanzitutto dell’occupazione giovanile, dobbiamo cominciare a riconquistare posti di lavoro, uno per uno.Dobbiamo fare lo sforzo di dare ai giovani dei messaggi veri, tipo: “se a 28 anni tu non sei ancora laureato sei uno sfigato; se a 16 anni tu scegli di lavorare o di fare un istituto tecnico professionale e decidi di farlo bene: bravo!”E se tu non fai e stai li a dire: “Hai sbagliato”, come accade spesso nei confronti dei secchioni – e ora faccio parte di un governo strano, così lo ha definito il Presidente del Consiglio Mario Monti, o comunque di secchioni –  beh! E’ il caso di dire che essere secchioni tutto sommato non è male, perché almeno si fa qualcosa!”

La replica di Michel Martone alla polemica sugli “sfigati”: non mi riferivo a tutti quei ragazzi che per necessità, per problemi di famiglia o di salute o perché devono lavorare per pagarsi gli studi, sono costretti a laurearsi fuori corso. Ma mi rivolgo a…



Non pensavo di suscitare tali reazioni ma, visto il dibattito, ci tengo a chiarire che, con la mia dichiarazione di oggi, non mi riferivo a tutti quei ragazzi che per necessità, per problemi di famiglia o di salute o perché devono lavorare per pagarsi gli studi, sono costretti a laurearsi fuori corso.

Continua a leggere ‘La replica di Michel Martone alla polemica sugli “sfigati”: non mi riferivo a tutti quei ragazzi che per necessità, per problemi di famiglia o di salute o perché devono lavorare per pagarsi gli studi, sono costretti a laurearsi fuori corso. Ma mi rivolgo a…’

Corriere della Sera. Antonio Martone lascia la presidenza della CiVIT

Pubblico di seguito l’intervista di Sergio Rizzo a mio padre Antonio Martone, pubblicata sul Corriere della Sera di domenica 11 marzo 2012.

—-

Antonio Martone: basta strumentalizzazioni. Su di lui invidia, io non sono un barone

Scarica il PDF dell’articolo originale Continua a leggere ‘Corriere della Sera. Antonio Martone lascia la presidenza della CiVIT’

Il verbale del giudizio di conferma da ordinario del Prof. Michel Martone

 

schermataq giudizio conferma ordinario

Per trasparenza, e per evitare travisamenti o “copia-incolla”, pubblico i verbali (scaricabili da qui: verbale1verbale2) della commissione giudicatrice per la conferma da professore ordinario.

Si tratta dell’esame sull’attività svolta nei tre anni da professore straordinario successivi al conseguimento dell’idoneità che consente di acquisire il titolo di professore ordinario.

Di seguito riporto il giudizio finale della commissione presieduta dal Prof. Raffaele De Luca Tamajo (attuale presidente dell’AIDLASS, ossia dell’associazione che riunisce tutti gli studiosi del diritto del lavoro) e composta anche dai Professori Antonio Vallebona e Riccardo Del Punta.

Nel corso del triennio il Prof. Michel Martone ha svolto un’intensa attività scientifica, che conferma la maturità acquisita e testimonia di un’indubbia e lodevole continuità nella ricerca. Essa è attestata, in particolare, dalla monografia su “Governo dell’economia e azione sindacale”, nella quale il Prof. Martone ha affrontato in un’ampia prospettiva storica, risalente sino al corporativismo, le problematiche del modello concertativo di governo dell’economia, giungendo a conclusioni sempre adeguatamente argomentate, con un controllato uso delle categorie giuridiche in un contesto di tensione tra ordinamento formale e prassi; Il respiro storicodel percorso di ricerca è stato confermato dai saggi sulle origini del fenomeno sindacale e sul II convegno di studi sindacali e corporativi. Altri oggetti di interesse sono stati la problematica dei lavoratori svantaggiati, in specie con la voce enciclopedica sul contratto di inserimento al lavoro nonché temi di carattere previdenziale, ad ulteriore riscontro di una rimarchevole generosità e varietà di interessi dell’attività di ricerca espletata nel periodo in considerazione.

——-

La Commissione, valutata positivamente l’ampia attività didattica svolta e le pubblicazioni esibite, che attestano continuità e proficuo impegno scientifico, esprime pieno apprezzamento e, quindi, parere favorevole alla conferma in ruolo come professore ordinario del Prof. Michel Martone

Figlio di papà? Michel Martone risponde a Otto e Mezzo di Lilli Gruber



“Sono sicuramente un ragazzo fortunato che però ha fatto di tutto per essere all’altezza delle fortune che ha avuto e proprio per questo ho profonda stima per quelli che lavorano, per quelli che studiano, per quelli che si impegnano, per quelli che fanno.”

– Quindi insomma lei non è figlio di papà.
“Sono figlio di mio padre e ne sono anche fiero, però ho fatto di tutto per essere all’altezza di questo.”

Chi è Antonio Martone

Antonio Martone è nato il 15 Maggio 1942 a Roma.

Antonio Martone nasce il 15 maggio 1942 a Roma. Sposato con Claude, è padre di MichelThomas e Julie ed è nonno di Sophie e Liza.

Orfano di padre da quando aveva appena iniziato gli studi universitari, a ventidue anni  si è  laureato con il massimo dei voti e la lode in giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma dopo aver superato con la votazione di 30/30 e 14 lodi venti esami;

Nel 1965, all’età di ventiquattro anniè entrato in magistratura e l’anno successivo ha superato anche l’esame di aggiunto, classificandosi come secondo dei 180 vincitori.

Nel 1981 è stato eletto al CSM, tra i primi cinque dei venti eletti che hanno ottenuto più voti.
Nel 1996 è stato eletto componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria ottenendo il maggior numero dei voti di preferenza.
Egualmente, nel 1999 è stato il più votato in occasione delle elezioni del Consiglio Direttivo Centrale dell’ANM, i cui componenti lo hanno successivamente eletto Presidente della stessa Associazione Nazionale Magistrati.

E’ stato, inoltre, nominato dai Presidenti di Camera e Senato nel 2002 e confermato nel 2006 tra i nove componenti della Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ed in entrambe le occasioni i componenti lo hanno eletto Presidente all’unanimità.

Dal 1989 al 2002 (con la sola parentesi del periodo in cui ha presieduto l’ANM) è stato nominato componente del CNEL in qualità di esperto dal Presidente della Repubblica e dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Da ultimo, nel dicembre 2009, con Decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione di concerto con il Ministro per l’attuazione del programma di governo e previo parere favorevole delle Commissioni parlamentari competenti espresso a maggioranza dei due terzi, è stato nominato tra i cinque componenti della Civit che, in occasione dell’insediamento, lo hanno eletto all’unanimità Presidente.

In quasi quarantacinque anni di appartenenza all’ordine giudiziario, se si prescinde dal quadriennio in cui ha fatto parte del CSM, è  andato fuori ruolo soltanto nel dicembre 2009, in occasione della nomina a componente della Civit.

Nei venticinque anni di esercizio delle funzioni giurisdizionali presso la Corte di Cassazione, è  tra i magistrati che hanno partecipato al maggior numero di udienze e, a decorrere dal 2011, anche delle Sezioni Unite.

 

 Il blog di Antonio Martone

Antonio Martone davanti ai giudici del tribunale mediatico

Lettera al Direttore de L’Espresso

Il CV di Antonio Martone dal sito della CiVit

 

Risposta di Michel Martone all’interrogazione parlamentare del senatore Pietro Ichino

A seguito delle pressanti richieste dei miei studenti, pubblico la mia risposta all’interrogazione parlamentare del senatore Pietro Ichino contro il Ministro Brunetta, mio padre e me.Certo, avrei preferito che la risposta potesse essere data dal Ministro nelle sedi istituzionali, come previsto dai regolamenti parlamentari. Ma, poiché il senatore Ichino, pur avendo preannunciato l’interrogazione al Corriere della Sera di sette giorni fa, non l’ha ancora depositata in Parlamento, ho deciso di non attendere oltre.

Per saperne di più consiglio il blog di Antonio Martone

Risposta di Michel Martone all’interrogazione parlamentare del sen. Ichino e altri

Il senatore Pietro Ichino si stupisce che, tra i consulenti del Ministro della Funzione pubblica che sta riformando anche la disciplina del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, ci sia un professore ordinario di diritto del lavoro.

Continua a leggere ‘Risposta di Michel Martone all’interrogazione parlamentare del senatore Pietro Ichino’

La formazione di Michel Martone

Mi fa piacere pubblicare un capitolo del bel libro di Marco Iezzi e Tonia MastrobuoniGioventù sprecata, da poco edito per i tipi di Laterza. Non tanto perchè sono stato incluso tra i giovani di talento insieme a Chloè Cipolletta, Emma Dante, Frida Giannini, Valeria Parrella e Filippo Preziosi. Ma soprattutto perché ci potrete trovare la verità sulla mia formazione.

Forse sono stato un po’ benevolo con me stesso, ma sicuramente questa intervista è molto più veritiera di alcuni offensivi articoli che ho letto in questi giorni.

Continua a leggere ‘La formazione di Michel Martone’