Sindacato

ILVA: raggiunto accordo su contratto di solidarietà

ilva lavoratori cig deroga contratto solidarietà

Roma, 14 marzo 2013 – Si è tenuta oggi, 14 marzo 2013, presso il Ministero del Lavoro in via Fornovo, una nuova riunione, presieduta dal Vice Ministro Martone, per l’approfondimento delle questioni sottese alla richiesta di avvio della procedura per la concessione della CIG straordinaria per ristrutturazione presentata dall’ILVA il 18 febbraio 2013 per 6.507 lavoratori.

Alla riunione, hanno partecipato i rappresentanti aziendali e le oo.ss. (FIM CISL, FIOM CGIL, UILM UIL).

All’esito della riunione, azienda e sindacati hanno raggiunto l’accordo e sottoscritto, alla presenza del Vice Ministro, il contratto di solidarietà.

Con questo contratto, azienda e sindacati hanno scongiurato il ricorso alla CIG straordinaria in origine richiesta per 6.507 dipendenti e hanno concordato l’utilizzo della solidarietà difensiva riducendo il numero complessivo di posizioni lavorative coinvolte a 3.749. Grazie alla solidarietà la corrispondente riduzione dell’orario di lavoro verrà distribuita, secondo le modalità previste dall’accordo, tra tutti i lavoratori dello stabilimento. Continua a leggere ‘ILVA: raggiunto accordo su contratto di solidarietà’

Un bilancio del lavoro parlamentare svolto in 16 mesi di Governo

Ora che si avvicina la conclusione di questa esperienza di Governo, pubblico, per trasparenza, un resoconto dell’attività parlamentare svolta nel corso del mandato.

E’ stato un grande onore servire il mio Paese.

Di seguito riporto le materie e i relativi atti da me curati, attraverso la presenza in Aula e nelle Commissioni competenti. Continua a leggere ‘Un bilancio del lavoro parlamentare svolto in 16 mesi di Governo’

Intervista de “Il Sole 24 Ore” su ILVA – “Accordo importante e innovativo per l’Italia”

È un accordo importante. Per la prima volta, in Italia, il contratto di solidarietà viene adoperato per un problema industriale di queste dimensioni e coinvolgendo un numero tanto grande di lavoratori. L’intesa dell’Ilva contiene davvero un elemento di innovazione significativa. E aggiunge un tassello al mosaico di una Italia tenace che, nonostante tutto, prova a restare con caparbietà dentro al perimetro della manifattura e del lavoro. Il Vice Ministro al Lavoro Michel Martone, 39 anni, spiega le ragioni di una soddisfazione che coinvolge tutti: governo e lavoratori, management dell’azienda e sindacati. Continua a leggere ‘Intervista de “Il Sole 24 Ore” su ILVA – “Accordo importante e innovativo per l’Italia”’

Sulcis: vertice al MISE, entro fine mese la cabina di regia

(Adnkronos) – Roma, 17 gennaio –  Piano Sulcis – Ammortizzatori  sociali per gli operai dell’indotto e cabina di regia per far decollare le politiche attive per il lavoro nella provincia più povera d’Italia,  sono stati l’oggetto del vertice che si è svolto nel pomeriggio al Ministero dello Sviluppo Economico. L’ incontro, presieduto dal Sottosegretario Claudio De Vincenti,  ha visto la partecipazione del Ministro Fabrizio Barca  (Coesione  Territoriale) e del Viceministro Michel Martone  (Lavoro), di alti  dirigenti della Regione Sardegna, del Presidente della Provincia del  Sulcis-Iglesiente Salvatore Cherchi, dell’Amministratore Delegato di  Invitalia Domenico Arcuri e dei sindacati nazionali, regionali e  provinciali. Nel corso della riunione De Vincenti ha informato i presenti  sui risultati positivi della verifica effettuata da Governo e Regione circa la disponibilità delle risorse per la copertura 2012-2013 della cassa integrazione in deroga per l’indotto del Sulcis. Il Ministro Barca ha introdotto la discussione sullo stato di avanzamento dei  lavori del Piano Sulcis che, ad oggi, vede già stanziati fondi per 501 milioni, nonchè una tempistica stringente relativamente ai primi  investimenti che partiranno a breve, ai quali seguirà’ la più complessiva attuazione del programma.  Il Viceministro Martone, da parte sua, ha aperto il confronto  sul punto dell’ attuazione – in linea col Protocollo del 13 novembre  scorso – delle politiche attive per il lavoro e della costituzione  della relativa ”cabina di regia”. Nei prossimi giorni si procederà  alla sua strutturazione che verrà presentata alle parti sociali in un incontro – previsto per la fine del mese – nel corso del quale se ne definirà anche il programma di lavoro.

Eurallumina: firmata intesa. Impianto riparte dopo 3 anni

(ANSA) – Roma, 22 nov. – In forza degli investimenti previsti viene così assicurato il futuro produttivo e occupazionale di Eurallumina.
A firmare l’accordo sono stati: il Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, il First Deputy di Rusal (proprietaria dell’impianto) Vladislav Soloviev, l’Amministratore Delegato di Eurallumina Vincenzo Rosino, il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, il Viceministro del Dicastero del Lavoro Michel Martone, il Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, quello della Provincia del Sulcis Iglesiente Salvatore Cherchi, il Sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera e l’Amministratore Delegato di Invitalia Domenico Arcuri.
Prima della breve cerimonia per la firma del memorandum of understanding, le organizzazioni sindacali e le RSU aziendali, in una riunione presieduta dal Sottosegretario Claudio De Vincenti, hanno manifestato apprezzamento per l’intesa raggiunta e annunciato formalmente la loro sottoscrizione del testo.
”Per ottenere questo risultato – ha proseguito il Ministro Passera – sono state importanti la determinazione e la volontà di tutte le persone che ci hanno creduto. Con l’impegno congiunto delle istituzioni nazionali e locali e delle forze sociali, il Sulcis puo’ avere un futuro, industriale e occupazionale. Noi ci crediamo e continuiamo a lavorare intensamente affinchè anche per le altre aziende in crisi della zona si possa trovare una soluzione” ha concluso Passera.

Martone e Pirotto

Martone: “La crisi di Governo non bloccherà la trattativa sul trasporto pubblico locale”

(Agi) – Roma, 10 dic. – “La trattativa per una intesa sul trasporto pubblico locale e il rinnovo del contratto di lavoro andrà avanti nonostante l’imminente crisi di Governo”. A rassicurare i sindacati è stato il Vice Ministro al Lavoro, Michel Martone, durante l’incontro con  le associazioni imprenditoriali (ASSTRA e ANAV) e le cinque sigle sindacali (CGIL, CISL, UIL, UGL e CISAL) per il rinnovo del CCNL.

 

Michel Martone a “Omnibus” parla di produttività



Michel Martone ospite della puntata di “Omnibus” con il Professor Giulio Tremonti, L’Onorevole Bruno Tabacci, il Vicedirettore del Sole24Ore Fabrizio Forquet e il giornalista de “Il Fatto Quotidiano” Giorgio Meletti.

Indesit: firmato l’accordo. Salvaguardati tutti i posti di lavoro

agi - agenzia di stampa(AGI) – Roma, 24 ott. – E’ stato firmato oggi, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’accordo che risolve la vertenza dello stabilimento Indesit di None. L’intesa e’ stata siglata dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti e dal Vice Ministro al Lavoro Michel Martone con rappresentanti della Regione Piemonte, della Provincia di Torino, del Comune di None, della Indesit Company spa, delle organizzazioni sindacali e del coordinamento nazionale della Indesit Company.

Il Foglio intervista Michel Martone

Di seguito l’intervista di Marco Valerio Lo Prete a Michel Martone su “Il Foglio” del 27 ottobre 2012.  

Roma. Campagna elettorale in vista e spread sui titoli del debito pubblico in calo: è sufficiente quest’uno-due per far prevalere un moto controriformatore in Parlamento, come dimostra il cammino accidentato della legge di stabilità? O per far tornare imprese e sindacati sulle barricate? Il governo riflette su un possibile “calo di tensione”, ma resta fiducioso e rilancia: “Se in 11 mesi abbiamo approvato molte riforme, come ci riconoscono tutti anche in Europa, vuol dire che nei cinque mesi che ci separano dal voto possiamo fare ancora parecchio”, dice al Foglio Michel Martone, viceministro del Lavoro. Continua a leggere ‘Il Foglio intervista Michel Martone’

Rinviato sciopero trasporto pubblico locale, avviato il tavolo al Ministero del Lavoro.

Roma, 08 nov – Il tavolo di lavoro istituito presso il Ministero del Lavoro per esaminare le problematiche legate al settore del trasporto pubblico locale e al rinnovo del CCNL si è insediato oggi pomeriggio.

Il confronto ha consentito di differire lo sciopero del settore già convocato dalle organizzazioni sindacali per il prossimo 16 novembre, alla luce della disponibilità del Governo di instaurare un tavolo con le parti datoriali e sindacali per approfondire e analizzare le diverse problematiche che interessano il trasporto pubblico locale.

Durante la riunione, presieduta dal Vice Ministro del Lavoro, Michel Martone, alla presenza del Vice Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Mario Ciaccia, e del Sottosegretario, Guido Improta, si è avviato un percorso che il Governo si augura porti al rinnovo del CCNL e più in generale al rilancio del settore del trasporto pubblico locale. I lavori proseguiranno, attraverso incontri periodici strettamente cadenzati, il primo dei quali fissato presso il Ministero del Lavoro, nella sede di Via Fornovo 8, per il 19 novembre 2012, data immediatamente successiva alla convocazione della Conferenza Stato-Regioni prevista per il 15 novembre 2012.

“Importante presentarsi in Europa con un patto sulla produttività”

Agenzia ASCA(ASCA) – Roma, 15 ott – “Bisogna andare al vertice europeo avendo in mano un patto di produttività”. Lo ha detto a Tgcom24 il viceministro del Lavoro, Michel Martone precisando che ”il governo non ha dato ultimatum, ma ha messo in gioco grandi risorse. Le parti sociali hanno una grande opportunità perché la competizione è sempre più  dura e le nostre aziende hanno bisogno di investire. Non credo – ha aggiunto – che sia una battaglia di contrapposizione tra lavoratori e imprenditori. La produttività è un obiettivo che si può raggiungere insieme, altrimenti dividendoci allo scontro perderemmo la sfida della produttività”.

Secondo il viceministro ”è importante presentarsi in Europa con un accordo sulla produttività. Non possiamo aumentare il debito e la produttività del lavoro è la via obbligata per tornare a crescere”.
Per Martone ”qui non si tratta di diminuire i salari, si tratta di migliorare la qualità del lavoro non attraverso automatismi, ma con criteri legati al risultato. Il nostro problema degli ultimi quarant’anni è stato quello che con l’aumento il debito pubblico è calata la produttività e oggi abbiamo tassi d’interesse sul debito troppo elevati.
Dobbiamo uscire dalla logica dei tutti uguali, ma dare di più a chi merita di più. Lavoriamo di più per produrre di più”.

Tavolo della produttività: “Un’occasione storica per modificare la struttura della retribuzione e valorizzare il merito”

(ANSA) – ROMA, 21 SET – Al tavolo della produttività le parti sociali ”hanno un’occasione storica per modificare la struttura della retribuzione e valorizzare il merito e la produttività, appunto, perché si apre un’importante stagione di rinnovi dei contratti collettivi nazionali e c’è la possibilità di avvalorare l’accordo del 28 giugno”. Lo ha dichiarato il vice ministro del Lavoro Michel Martone questa mattina a Omnibus su La7.

”Questo tavolo – ha detto Martone secondo quanto riferisce una nota – ha una priorità nell’azione di Governo perché la crescita non si fa per legge, ma dipende dagli italiani. Per questo è importante ricominciare dalle imprese dove s’incontrano capitale e lavoro”. Alla domanda se tema che il prossimo Governo possa vanificare gli sforzi fatti dall’esecutivo Monti, Martone ha replicato: ”Penso che il paese sia pronto ad andare avanti, e che il vecchio gioco per cui il governo nuovo disfa ciò che ha fatto quello precedente sia finito”.

Esodati: “Importante passo avanti nella soluzione del problema”

agi - agenzia di stampa(Agi) – Roma, 12 nov. – Come spiegato dal Vice Ministro del Lavoro, Michel Martone, nel caso in cui non fossero sufficienti le riforme del fondo attualmente a disposizione, scatterà una clausola di copertura secondo la quale le risorse saranno invece reperite dalla deindicizzazione delle pensioni il cui importo è sei volte superiore il minimo. “Il governo è soddisfatto, è un importante passo avanti che arriva dopo un lavoro intenso”, ha dichiarato Martone prima dell’inizio della seduta della Commissione Bilancio della Camera, aggiungendo che “è stato deciso di destinare tutte le risorse alla risoluzione dei casi specifici più difficili”.

Corriere della Sera – “Esodati, trovata la copertura finanziaria”

Per risolvere i problemi del trasporto pubblico locale serve l’impegno dello Stato, delle imprese, delle Regioni, degli enti locali e delle parti sociali

(LaPresse) Roma, 22 nov.  – “Solo se verranno trovate migliori e più avanzate forme di collaborazione tra Stato, enti locali e parti sociali si potranno risolvere gli annosi problemi del settore del trasporto pubblico locale, che attende una riforma organica da diversi anni”. Lo ha detto il Vice Ministro del Lavoro Michel Martone al termine del tavolo di confronto tra il Governo, le Regioni e i Sindacati sul trasporto pubblico locale, che si è tenuto al Dipartimento per gli Affari Regionali. “I problemi del trasporto pubblico locale – ha sottolineato il Vice Ministro – vengono da lontano e pongono importanti e dure sfide a tutti gli attori istituzionali”. “Questo tavolo – ha spiegato – è un importante banco di prova per testare la capacità di collaborazione tra Stato, enti locali e parti sociali”.

 

Michel Martone ospite a Matrix

Il video integrale della puntata di Matrix “I giovani e il lavoro” del 16 maggio 2012 – GUARDA IL VIDEO

Michel Martone ospite a Matrix "I giovani e il lavoro" del 16 maggio 2012

In studio con Alessio Vinci: Raffaele Bonanni, Michel Martone, Guido Martinetti, Myrta Merlino, Luca Telese e Stefano Lento.

DDL Lavoro: “Sarà il Presidente Monti a indicare la via anche alla luce dei risultati del Consiglio Europeo”

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – ”Ho ringraziato la Commissione – ha riferito ai cronisti Martone – per il senso di responsabilità dimostrato, per il lavoro istruttorio compiuto e per aver aderito all’appello del Presidente Monti di consentire al nostro Paese di presentarsi nel miglior modo possibile al Consiglio Europeo di fine giugno”.

I giornalisti hanno domandato in quale provvedimento arriveranno le modifiche al ddl lavoro su cui si è impegnato Monti nel comunicato di ieri sera: ”sarà il Presidente Monti – ha replicato il vice-ministro – a indicare la via attraverso la quale dare risposte alle questioni sollevate dalle diverse forze politiche, anche alla luce dei risultati che emergeranno dal Consiglio Europeo”.

“La crisi morde in maniera sempre più dura, ma l’economia del Paese tiene”

agi - agenzia di stampa(AGI) – Roma, 6 giu – “La crisi morde in maniera sempre più dura, ciò nonostante l’economia del Paese tiene”.

E’ quanto ha detto il viceministro del Lavoro, Michel Martone, commentando i dati sulla cig a maggio diffusi stamane dall’Inps. Conversando con i giornalisti in occasione della Relazione annuale dell’Autorità di garanzia sugli scioperi, Martone ha auspicato una rapida approvazione della riforma del mercato del lavoro.

“La crisi morde in maniera sempre più dura – ha detto Martone – ma l’economia del Paese tiene, nonostante molte difficoltà. Auspico che la riforma del mercato del lavoro venga approvata il prima possibile e che si valorizzi il senso di responsabilità che le parti sociali hanno dimostrato”.

Esodati: “Governo e Parlamento lavorano congiuntamente”

agi - agenzia di stampa(AGI) – Roma, 7 nov. – “Governo e Parlamento stanno lavorando congiuntamente per arrivare a dare risposte ad alcuni casi specifici e per riuscire a utilizzare nel migliore dei modi eventuali risorse che si renderanno disponibili”. Lo ha detto il viceministro del Lavoro, Michel Martone, al termine della riunione sugli esodati che si e’ tenuta negli uffici del presidente della Commissione Lavoro della Camera, Silvano Moffa. Al vertice, durato piu’ di un’ora, ha partecipato il ministro Fornero e alcuni componenti della Commissione tra i quali Cesare Damiano del Pd.

La sfida della produttività e l’esempio tedesco



 Pubblico il video integrale del mio intervento al Convegno Federmeccanica, tenutosi martedì 21 febbraio 2012 a Firenze

Il programma dell’Incontro Federmeccanica Continua a leggere ‘La sfida della produttività e l’esempio tedesco’

“A giudicare dal Primo maggio il valore del lavoro non si è perso”

Roma, 3 mag. – (Adnkronos/Labitalia) – “A giudicare dal Primo maggio, il valore del lavoro non si è perso. Tutti, imprenditori e lavoratori, erano uniti per lottare contro la crisi internazionale di dimensioni fino ad oggi sconosciute”. Così Michel Martone, viceministro del Lavoro, interviene con Labitalia commentando ‘Il valore del lavoro‘, l’ultimo libro di Antonio Passaro, capo ufficio stampa della Uil e portavoce del suo segretario generale, Luigi Angeletti.

“Purtroppo – spiega – nel mondo l’espansione incontrollata dei mercati finanziari ha tolto, in molti casi, valore al lavoro delle persone dei singoli Paesi. E così è stato per il peso del debito pubblico che noi ci troviamo che, in qualche modo, ha assicurato nel corso degli anni le rendite di posizione: immenso debito pubblico italiano e troppi pochi premi e retribuzioni per chi lavorava”.

“Ma oggi – sottolinea il viceministro del Lavoro – una cosa è sicura: riusciremo a sopravvivere alla più grave crisi economica dai tempi del ’29 solamente se avremo il coraggio di ripartire dal lavoro e di tornare a dare valore al lavoro”.

“La riforma del lavoro si deve fare, spero con il consenso delle parti sociali”

Orvieto, 9 mar. (Adnkronos) – La riforma del mercato del lavoro va fatta, spero con il consenso delle parti sociali. Lo sottolinea Michel Martone, viceministro del Lavoro. ”E’ in corso -dice- una grande trattativa con le parti sociali, che ci sta dando occasione per fare una importante riforma del lavoro per aumentare la produttività. E’ chiaro che andrà fatta, ma ora abbiamo l’opportunità di farla con il consenso delle parti sociali”.

La memoria di un riformista – Conversazione con Gino Giugni

Michel Martone. Conversazione Gino GiugniRipubblico, con infinita tristezza per la scomparsa, una conversazione con il  grande Maestro

In un momento in cui i temi del lavoro tornano ad essere centrali, Gino Giugni ci accoglie nel suo studio per una conversazione poco prima della presentazione del suo ultimo libro, La memoria di un riformista, in cui ripercorre le tappe salienti della sua vicenda personale e professionale nel contesto della storia politica italiana dell’ultimo mezzo secolo: dall’infanzia sotto il fascismo, alla Resistenza, alla lunga attività di studioso di diritto del lavoro e di intellettuale impegnato in politica, fino ad episodi drammatici come l’attentato subito dalle Brigate rosse. Continua a leggere ‘La memoria di un riformista – Conversazione con Gino Giugni’

Doppio canale per i contratti

ccnl piccole medie imprese o grandiArticolo pubblicato sul Il Sole 24 Ore di sabato 5 marzo 2011

Dopo vent’anni di globalizzazione, il sistema delle relazioni industriali ha, come da più parti sostenuto, una profonda necessità di riforma, perché le aziende hanno anzitutto bisogno di governabilità mentre quel sistema le sottopone a un insieme di regole che complica oltremodo i processi decisionali e non assicura il rispetto degli accordi. Basti considerare che tra le aziende iscritte a Confindustria solo il 20% ha grandi dimensioni, mentre il restante 80% è fatto di piccole imprese che occupano meno di 50 dipendenti. Ed è di tutta evidenza che i problemi che devono fronteggiare le grandi aziende sono molto diversi da quelli delle piccole. Continua a leggere ‘Doppio canale per i contratti’

Intervento del Prof. Martone al 41° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria



Il video integrale dell’intervento del Prof. Michel Martone al 41° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria di Santa Margherita Ligure.

La certezza del diritto



Tra gli obiettivi della riforma del mercato del lavoro c’è ne uno che mi sta particolarmente a cuore, la certezza del diritto.