Tag Archive for 'antonio martone'

Replica di Michel Martone all’articolo di Giampiero Cazzato su il Venerdi di Repubblica intitolato “Martone jr. e quella consulenza a perdere per l’Inps”

Con riferimento all’impreciso articolo pubblicato su Il Venerdì de La Repubblica, intitolato “Martone Jr. e quella consulenza a perdere per l’INPS” a firma di Giampiero Cazzato, sono costretto a precisare che io non ho mai avuto alcuna consulenza con l’INPS.

E’ vero invece che, quasi due anni fa, lo Studio Legale Martone & Martone ha difeso l’Istituto in una causa di particolare urgenza e delicatezza, ma è falso che il compenso fosse di 20.000 euro.

Nonostante si trattasse di un giudizio di urgenza che nell’ambito del tariffario forense rientrava nello scaglione delle controversie di particolare importanza, lo Studio Legale Martone&Martone ha infatti richiesto un compenso di euro 6.113,12 iva inclusa.

Una richiesta che, come può essere agevolmente verificato, era perfettamente in linea con i valori previsti dal tariffario forense ed è pari ad un terzo del compenso poi richiesto, sempre che almeno in questo caso le informazioni del dott. Cazzato siano attendibili, dallo studio legale che successivamente si è interessato della vicenda. Continua a leggere ‘Replica di Michel Martone all’articolo di Giampiero Cazzato su il Venerdi di Repubblica intitolato “Martone jr. e quella consulenza a perdere per l’Inps”’

Video-inchiesta di Repubblica su Martone. Lavoro da quando ho 23 anni e per me parla il mio curriculum.

La migliore risposta e’ il mio curriculum dal quale vedrete che lavoro da quando ho 23 anni: ho collaborato col ministro Brunetta per 16 mesi come consigliere giuridico con un compenso di 40mila euro lordi, pari a circa 1.300 euro al mese. La collaborazione con Renato Brunetta e’ stato un lavoro importante e molto impegnativo.

Ho iniziato questa collaborazione ben prima che mio padre venisse nominato alla Civit e, comunque, la sua nomina e’ avvenuta su proposta del ministro Brunetta, con delibera del consiglio dei Ministri, approvata a maggioranza qualificata dalle commissioni parlamentari e col decreto del presidente della Repubblica.

Mio padre è un giudice, io sono un professore e mia sorella una precaria della ricerca.

Figlio di papà? Michel Martone risponde a Otto e Mezzo di Lilli Gruber



“Sono sicuramente un ragazzo fortunato che però ha fatto di tutto per essere all’altezza delle fortune che ha avuto e proprio per questo ho profonda stima per quelli che lavorano, per quelli che studiano, per quelli che si impegnano, per quelli che fanno.”

– Quindi insomma lei non è figlio di papà.
“Sono figlio di mio padre e ne sono anche fiero, però ho fatto di tutto per essere all’altezza di questo.”