Tag Archive for 'equilibrio'

Riforma del mercato del lavoro: “Confido che la Camera confermi l’equilibrio trovato”

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – Roma, 07 giu – “Il Governo confida che il dibattito alla Camera, che si preannuncia ricco e intenso, sia animato dalla volontà di mantenere l’equilibrio di un provvedimento delicato”. Così il viceministro del Lavoro, Michel Martone, sull’esame del Ddl Lavoro alla Camera.

“Il Governo auspica – aggiunge a margine della prima seduta sul provvedimento della commissione Lavoro – che la riforma possa essere approvata entro l’estate per dare un altro segnale all’Europa della volontà del Paese di fare riforme necessarie per il risanamento”.

Quanto a possibili modifiche introdotte a Montecitorio, conclude Martone, l’Esecutivo “è all’ascolto delle diverse posizioni con grande interesse per vedere se sia possibile individuare nuovi e avanzati punti di cambiamento che non alterino l’equilibrio complessivo della riforma”.

Riforma del lavoro: “Si è raggiunto un importante punto di equilibrio”

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – Con l’approvazione del ddl sul lavoro al Senato ”si è raggiunto un importante punto di equilibrio. La speranza è di arrivare all’approvazione definitiva del provvedimento entro l’estate”.

Lo afferma il vice ministro del Lavoro, Michel Martone, sottolineando che in Commissione al Senato è stato ”svolto un ottimo lavoro” che ha consentito di superare le diverse sensibilità politiche ”per cercare nuovi e più avanzati punti d’incontro per migliorare la riforma e assicurare il consenso necessario da un rapida approvazione”.

Il governo secondo Martone ha dimostrato grande rispetto per il Parlamento scegliendo per la riforma del lavoro una via più complicata come quella del disegno di legge. ”Si è rivelata invece – ha detto – la scelta migliore, ha consentito di migliorare la riforma tenendo conto delle posizioni diverse delle parti politiche. E’ stato trovato un importante punto di equilibrio. La speranza e di arrivare all’approvazione definitiva entro l’estate tenendo conto che non si tratta di una rivoluzione ma di un provvedimento in continuità con le leggi Treu e Biagi per migliorare il funzionamento del mercato del lavoro. E’ un importante passo in avanti – ha concluso – ma molto altro deve essere fatto per i giovani a cominciare ad esempio dal sostegno alle start-up innovative”.