Tag Archive for 'esodati'

Il Foglio intervista Michel Martone

Di seguito l’intervista di Marco Valerio Lo Prete a Michel Martone su “Il Foglio” del 27 ottobre 2012.  

Roma. Campagna elettorale in vista e spread sui titoli del debito pubblico in calo: è sufficiente quest’uno-due per far prevalere un moto controriformatore in Parlamento, come dimostra il cammino accidentato della legge di stabilità? O per far tornare imprese e sindacati sulle barricate? Il governo riflette su un possibile “calo di tensione”, ma resta fiducioso e rilancia: “Se in 11 mesi abbiamo approvato molte riforme, come ci riconoscono tutti anche in Europa, vuol dire che nei cinque mesi che ci separano dal voto possiamo fare ancora parecchio”, dice al Foglio Michel Martone, viceministro del Lavoro. Continua a leggere ‘Il Foglio intervista Michel Martone’

Esodati: “Importante passo avanti nella soluzione del problema”

agi - agenzia di stampa(Agi) – Roma, 12 nov. – Come spiegato dal Vice Ministro del Lavoro, Michel Martone, nel caso in cui non fossero sufficienti le riforme del fondo attualmente a disposizione, scatterà una clausola di copertura secondo la quale le risorse saranno invece reperite dalla deindicizzazione delle pensioni il cui importo è sei volte superiore il minimo. “Il governo è soddisfatto, è un importante passo avanti che arriva dopo un lavoro intenso”, ha dichiarato Martone prima dell’inizio della seduta della Commissione Bilancio della Camera, aggiungendo che “è stato deciso di destinare tutte le risorse alla risoluzione dei casi specifici più difficili”.

Corriere della Sera – “Esodati, trovata la copertura finanziaria”

Esodati: “Il Governo è impegnato a trovare una soluzione”

(ANSA) – ROMA, 15 GIU – Sulla vicenda esodati «sono convinto che il governo sia impegnato a trovare una soluzione, ma riferire il numero preciso è difficile». È quanto ha affermato il viceministro al Lavoro Michel Martone, nel corso della trasmissione Agorà in onda su Rai Tre. E ha aggiunto: «Martedì il ministro Fornero riferirà alla Camera, quindi direi di aspettare martedì per sentire le possibili soluzioni».

Per Martone «tutto è perfettibile, il governo ne è consapevole. La riforma delle pensioni è stata adottata nell’arco di venti giorni, io neanche ero stato nominato quando è stata concepita». Parlando della situazione economica dell’Italia, Martone ha evidenziato: «Tutti invocano l’intervento dello Stato, quando lo Stato dovrebbe fare meno cose ma meglio. Per risolvere il terzo debito pubblico del mondo non bastano sei mesi».

E’ arrivato l’ok per gli esodati di Termini Imerese

Roma, 16 lug – (Ansa) – Il ministro dello Sviluppo economico dopo il tavolo sullo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese, sottolinea come siano stati “risolti i problemi esodati e cigs”. Inoltre, quanto al tema del futuro industriale del sito il ministero fà sapere di avere “già avviato un’ampia ricognizione di potenziali investitori con i quali verificare concrete disponibilità. In questo quadro, nei giorni scorsi si è svolto un incontro – spiega – con alti dirigenti di Chery International, importante casa automobilistica cinese, per valutare l’ipotesi di una collaborazione non solo finanziaria, ma sopratutto gestionale”.

Nella nota del dicastero viene evidenziato come all’incontro, presieduto dal sottosegretario all Sviluppo Caludio De Vincenti, alla presenza del viceministro al Lavoro Michel Martone, sia stata data “soluzione”, in base al decreto sulla Spending review, agli esodati Fiat. Un punto che “consentirà anche di realizzare la condizione necessaria per il prolungamento al secondo anno della Cigs per tutti gli addetti degli stabilimenti”. Inoltre nella nota si legge che “entro la metà di settembre, il tavolo su Termini Imerese sarà convocato di nuovo per un aggiornamento complessivo”.

DDL Lavoro: “Sarà il Presidente Monti a indicare la via anche alla luce dei risultati del Consiglio Europeo”

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – ”Ho ringraziato la Commissione – ha riferito ai cronisti Martone – per il senso di responsabilità dimostrato, per il lavoro istruttorio compiuto e per aver aderito all’appello del Presidente Monti di consentire al nostro Paese di presentarsi nel miglior modo possibile al Consiglio Europeo di fine giugno”.

I giornalisti hanno domandato in quale provvedimento arriveranno le modifiche al ddl lavoro su cui si è impegnato Monti nel comunicato di ieri sera: ”sarà il Presidente Monti – ha replicato il vice-ministro – a indicare la via attraverso la quale dare risposte alle questioni sollevate dalle diverse forze politiche, anche alla luce dei risultati che emergeranno dal Consiglio Europeo”.

Meeting Roma: “L’Italia in Europa, la crescita economica, il futuro dei giovani”



Intervento del viceministro Michel Martone al primo Meeting Roma 2012 “L’Italia in Europa, la crescita economica, il futuro dei giovani” alla presenza delle Scuole Superiori di Roma.

Continua a leggere ‘Meeting Roma: “L’Italia in Europa, la crescita economica, il futuro dei giovani”’

Michel Martone ospite di Tg3 Linea Notte.

Viceministro Martone a Tg3 Linea Notte del 12 giugno 2012 - Esodati, Crisi, Lavoro, Europa

Ospiti in studio Michel Martone (viceministro al lavoro), Guido Gentili (Sole24Ore) e Stefano Feltri (Fatto Quotidiano).

Esodati: “Governo e Parlamento lavorano congiuntamente”

agi - agenzia di stampa(AGI) – Roma, 7 nov. – “Governo e Parlamento stanno lavorando congiuntamente per arrivare a dare risposte ad alcuni casi specifici e per riuscire a utilizzare nel migliore dei modi eventuali risorse che si renderanno disponibili”. Lo ha detto il viceministro del Lavoro, Michel Martone, al termine della riunione sugli esodati che si e’ tenuta negli uffici del presidente della Commissione Lavoro della Camera, Silvano Moffa. Al vertice, durato piu’ di un’ora, ha partecipato il ministro Fornero e alcuni componenti della Commissione tra i quali Cesare Damiano del Pd.

In Germania tolte le causali sui contratti a termine per gli ultra 50enni

over 50

Nel modello tedesco il legislatore ha voluto ampliare il campo di applicazione del contratto di lavoro a termine rispetto ai lavoratori anziani.

Ha introdotto, infatti, la riduzione da 58 a 52 anni della soglia di età per la stipulazione di contratti a tempo determinato senza la necessità di un motivo specifico e senza un limite massimo per la relativa durata del contratto.

Tutto ciò al fine di agevolare l’occupazione degli over 50.