Trasporto pubblico locale: “Aumentare la produttività per contrastare l’evasione tariffaria”

(AGI) – Roma, 3 gen. – Attraverso il contrasto all’evasione tariffaria, “è possibile fronteggiare la crisi economica coniugando rigore, equità e crescita”. E’ quanto ha affermato il viceministro del Lavoro, Michel Martone, in una nota diffusa al termine dell’incontro con le parti sociali sul trasporto pubblico locale. Incontro presieduto dallo stesso Martone, alla presenza del Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Mario Ciaccia. Nell’ambito delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro, le parti, “all’esito di un serrato confronto – spiega la nota – hanno raggiunto un primo accordo sul delicato tema del contrasto all’evasione tariffaria.

“Con tale accordo le parti hanno individuato meccanismi di incentivazione dell’attività di vendita, controllo e verifica a bordo dei titoli di viaggio. In particolare, “anche al fine di usufruire degli sgravi fiscali previsti dall’accordo sulla produttività del 21 novembre 2012, le parti hanno concordato di utilizzare la contrattazione collettiva decentrata quale strumento privilegiato di contrasto all’evasione tariffaria, prevedendo la possibilità di realizzare incrementi di produttività da compensare tramite la corresponsione di incentivi economici legati ai maggiori ricavi ottenuti nell’ambito dell’attività di contrasto all’evasione”.

Si tratta di un primo importante, seppur parziale, punto di incontro“, ha affermato il Vice Ministro , “perché, soprattutto in un momento di grandi difficoltà economiche, è ingiusto che il costo dei biglietti ricada solo sui cittadini onesti“. “Attraverso il contrasto all’evasione tariffaria, anche in questo settore è possibile fronteggiare la crisi economica coniugando rigore, equità e crescita”.
“Auspico – ha detto ancora Martone – che il senso di responsabilità che ha già portato i sindacati a rinviare gli scioperi proclamati per il 16 novembre e per il 14 dicembre 2012 e a raggiungere questo primo importante punto di convergenza, animi il prosieguo delle trattative e conduca al rinnovo del ccnl che i lavoratori del settore attendono da oramai 5 anni”.

Il prossimo incontro sul tema si terrà a Roma, nella sede ministeriale di Via Fornovo il prossimo 8 gennaio alle ore 17.


  • Nessun Commento

Lascia una Risposta

*